Producenci komponentów dla Apple: Jak będzie wyglądać przyszłość?

Nonostante un lieve aumento nel mercato azionario nel 2024, le azioni di aziende che forniscono componenti ad Apple, come Jabil, produttore di involucri, e Texas Instruments, fornitore di semiconduttori, continuano ad attirare l’interesse degli investitori.

Per quanto riguarda le azioni di Texas Instruments (TXN), abbiamo visto piccole variazioni dal gennaio 2021, quando il suo valore era intorno ai $165. Attualmente si attesta intorno ai $160. Mentre l’indice S&P 500 è aumentato di circa il 35% in questi tre anni, le azioni di TXN sono rimaste a livelli relativamente bassi. Nel 2021, hanno registrato solo un aumento del 15%, seguito da una diminuzione del 12% nel 2022 e un aumento del 3% nel 2023. In confronto, l’indice S&P 500 ha ottenuto tassi di crescita del 27%, -19% e 24% negli stessi anni, rispettivamente. È evidente che le azioni di TXN hanno avuto performance peggiori rispetto all’indice S&P 500 nel 2021 e 2023.

Indipendentemente dal settore, è stato difficile trovare aziende che siano riuscite a superare costantemente l’indice S&P 500 negli ultimi anni. Anche entità potenti come Microsoft, Apple e Nvidia hanno faticato a superare questo benchmark, così come giganti tecnologici come Google, Tesla e Amazon. Un’eccezione è il Portafoglio di alta qualità Trefis, che ha ottenuto risultati migliori dell’indice S&P 500 nello stesso periodo. Come possiamo spiegare questa differenza? Le aziende all’interno del Portafoglio HQ hanno ottenuto migliori rendimenti con un rischio inferiore, confermato da indicatori rilevanti.

Dati i risvolti macroeconomici incerti, con prezzi petroliferi elevati e l’aumento dei tassi di interesse, come faranno Texas Instruments e gli altri fornitori di componenti per Apple ad affrontare la situazione?

Apple ha registrato risultati di vendita misti nel primo trimestre dell’anno fiscale 2023. Sebbene i ricavi complessivi siano aumentati del 2% anno su anno, raggiungendo i $119,6 miliardi, si è verificato un rallentamento nelle vendite di iPad e wearables. D’altra parte, le vendite di iPhone e servizi hanno registrato una crescita, contribuendo a mantenere margini relativamente alti. Il prezzo di vendita medio degli iPhone era di circa $988, ma è leggermente diminuito nei due trimestri successivi. I lanci del nuovo modello di iPhone 15, inclusa la versione Pro Max più costosa, sono attesi nei prossimi mesi, il che potrebbe contribuire a un aumento dei prezzi medi degli iPhone. Di conseguenza, i fornitori di componenti possono attendersi condizioni di negoziazione più favorevoli con Apple. Un altro fattore che migliorerà i margini dei fornitori è il graduale alleviamento dei problemi della catena di approvvigionamento derivanti dalla pandemia.

In conclusione, il futuro dei produttori di componenti per Apple dipende in larga misura dalle prospettive di vendita di questo gigante tecnologico. Nonostante i cambiamenti di mercato, gli investitori stanno cercando opportunità per ottenere risultati migliori rispetto agli indici azionari.